Radicchio Variegato Di Castelfranco

Radicchio Variegato Di Castelfranco

V069

ORIGINE ITALIA

Prodotto temporaneamente non disponibile

Spedizioni e Consegne Come funziona


Radicchio di Castelfranco

Radicchio Variegato di Castelfranco, principe dei radicchi bianchi, fregiato con il marchio IGP nel 1996 e soprannominato “la rosa d’inverno”
Si narra che fu una dama castellana ad attribuire al Radicchio Variegato di Castelfranco questo curioso appellativo: pare infatti che l’elegante signora usasse decorare la sua casa con piccoli cespi di cicoria durante i mesi invernali.
Più certe sono invece le origini botaniche del Radicchio di Castelfranco: nasce a fine 800, da un incrocio tra Radicchio di Treviso e scarola. Infatti la forma ricorda quella dell’insalata a cespo, ma le caratteristiche organolettiche sono assolutamente superiori ad una comune lattuga.
L’aspetto è il primo elemento che rende inconfondibile il Radicchio Variegato di Castelfranco: si presenta come un cespo con foglie centrali erette che conferiscono la bellissima e tipica forma di rosa aperta. Sorprende poi il colore: le sue foglie frastagliate sono bianco crema, con delicate variegature che vanno dal viola chiaro al rosso vinoso. Un vero e proprio capolavoro della natura, che stupisce per la delicatezza e l’armonia della composizione di tinte. Non è da meno il sapore: dal dolce al gradevolmente amarognolo, con note più delicate rispetto al rosso di Treviso; la consistenza è caratteristica e croccante, per cui si presta soprattutto in insalata, ma anche zuppe, risotti, frittelle. L’importante è che la cottura sia veloce, così da salvaguardarne, oltre che le vitamine e i sali in esso contenuti, anche la caratteristica delicatezza.

V069